Menu
INTERVISTE

Il progetto Moonlight, Luce di Rinascita

Il progetto Moonlight, Luce di Rinascita:

intervista all’autrice.

Ho deciso di cominciare le mie interviste col progetto Moonlight, Luce di Rinascita della fotografa Ester Stella Carbonetti.

Si tratta di un progetto fotografico che coinvolge le donne, che tramite la fotografia fanno un percorso di scoperta o riscoperta di se stesse.

Il titolo del progetto parla da solo.

Parla di rinascita delle donne tramite la fotografia.

E quale auspicio migliore di una rinascita dopo i tempi bui che tanti di noi stiamo vivendo.

“Le donne hanno paura di tutto ma alla fine riescono a fare qualsiasi cosa.”

1) Vuoi parlarmi un po’ di te ,chi eri e chi sei ora e come sei arrivata a questo progetto fotografico che vede coinvolte le donne?

 Sono Ester, una Donna di 44 anni che, partendo da un piccolo borgo sperduto tra le colline boscose dell’Abruzzo, è approdata in Veneto a 20 anni.

Ho seguito il mio desiderio e bisogno di potermi donare una opportunità di vita differente, rispetto alle donne della mia famiglia e comunità. 

Ero una bambina solare fin da piccola. La mia unica preoccupazione era alleviare i pensieri dei grandi e strappare un sorriso.

Crescendo sono diventata sempre più timida, insicura, “adeguata” alle aspettative dei miei genitori.

O, almeno, ci provavo.

Il desiderio di vivere una vita piena

Il mio desiderio di vivere una vita piena mi ha portata a lasciare il paese anche contro la loro volontà e a ritrovarmi in una città diversa.

In un contesto sociale in cui l’aspetto esteriore e la ricchezza erano spesso aspetti discriminanti.

Così, per essere accettata, mi sono adeguata anche qui ad un mondo che mi potesse “amare”.

Ma se anche razionalmente facciamo delle scelte il nostro inconscio, se non esplorato e portato alla luce, ci porta dove vuole lui.

Ed è così infatti, che seppur a km di distanza dalla mia famiglia, percorsi strade già tracciate e apprezzate dai miei genitori.

Trovare un ragazzo e sposarmi, nel desiderio di realizzare quella che, per me, era l’aspettativa più potente nei miei confronti.

Ma anche questa scelta mi portò i suoi dovuti insegnamenti che, grazie al cielo, ebbi l’opportunità di osservare, imparare ed accogliere.

La mia “sindrome da crocerossina” mi guidò a fare scelte che permettessero a questa mia parte di manifestarsi, portandomi così ad annullare me stessa in nome di un amore da salvare, e non solo in senso metaforico.

Dopo 7 anni di matrimonio la mia Anima bussò ancora alla porta facendomi comprendere che non sarei mai stata pienamente felice e libera in un matrimonio in cui ero chiamata a svolgere un ruolo così difficile per lei.

Così chiesi il divorzio, andando contro tutte le idee e convinzioni di mia madre e dei miei famigliari.

Inesorabile, il senso di colpa entrò nel mio cuore portandomi ad una malattia autoimmune.

Questa malattia fu per me l’occasione per intraprendere il viaggio che quel messaggio del corpo mi stava dando.

#progetto#fotografico#moonlight#luce di rinascita

Per gentile concessione di Ester Stella Carbonetti

Perché mi sono ammalata? Perche’ proprio io? Cosa ha da insegnarmi la malattia?

Il mio viaggio di Rinascita iniziò davvero con la malattia, ribattezzata BenAttia, e mi ha portata a percorrere questo viaggio di riscoperta anche attraverso una macchina fotografica.

Da un percorso di autoritratto potei imparare ad osservarmi ed accettarmi e poi, col tempo, come un richiamo ancestrale attrasse a me senza volerlo decine e decine di Donne, anch’esse alla ricerca di loro stesse.

E’ così che nacque il progetto “Moonlight Luce di Rinascita” ed è così che la Fotografia Alchemica entrò nella mia Vita.

#intervista#progetto#moonlight#lcedirinascita#

Per gentile concessione di Ester Stella Carbonetti

2) Sei sempre stata fotografa o in un’altra vita facevi tutt’altro? 

Oh no! sono stata impiegata, barman, cameriera, grafica, responsabile di reparto, formatrice, business trainer e solo poi fotografa!

#progetto#lce di rinascita#fotografia

Per gentile concessione di Ester Stella Carbonetti

3) Perché questo lavoro con le donne? 

Non c’è un motivo iniziale che mi ha fatto dare il “la'” al tutto.

Sono state le Donne a venire da me e a chiedermi di fare delle cose con loro.

Fotografie, sicuramente, ma anche parlare con loro e ascoltarle.

E, col tempo, aiutarle ad osservare sé stesse e le loro dinamiche limitanti e a sostenerle nel loro desiderio di Rinascere.

La Vita mi ha indicato la Via.

Io l’ho solo percorsa dando sempre il meglio di me e mettendomi al servizio di questo Femminile ferito che porta i segni del suo dolore da secoli…

Io ho solo risposto alla chiamata.

4) Che tipo di donna si rivolge a te? 

Direi di tutti i tipi: giovani o più mature, single o sposate, mamme, vedove, divorziate, malate, sane.

Non vi è alcuna categoria.

Diciamo che, prevalentemente, hanno una età che si aggira tra i 40 ed i 55.

#intervista#progetto#moonlight#rinascita

Per gentile concessione di Ester Stella Carbonetti

5) Ho visto che ogni progetto fotografico e’ accompagnato da una parola chiave.

Questa parola vien fuori dal tuo dialogo con la donna coinvolta? 

In realtà le parole chiave che vedi nei miei ultimi post nascono dall’idea di trattare un aspetto del femminile e di mostrare tutte le donne che hanno deciso di aderire al Progetto volendoci mettere “la faccia”.

E’ come se volessi omaggiarle tutte, dedicando ad ognuna di loro un post e, allo stesso tempo, dare uno spunto di riflessione.

Sono tantissime le donne che leggono e che mi scrivono in privato un grazie o un loro feedback a riguardo. Questo per me è magico!

6) Perche’ il nome fotografia alchemica? 

Perché l’Alchimia è la ricerca eterna dell’essere umano di trasformare il metallo pesante in oro. Trasformare la propria visione di Sé spesso denigrante e giudicante in oro, vuol dire imparare ad osservare la propria bellezza personale su tutti i piani.

Vuol dire riconoscere il compito di ognuna di noi, del nostro talento, della nostra missione.

Infine, e non meno importante, la nostra Spiritualità che non è legata a nessuna religione ma al riconoscere la nostra parte Divina in questo quadro meraviglioso che è la Vita e l’Universo.

Ho chiamato il progetto “fotografia alchemica” proprio perché ha la forza di suggerire e mostrare una via di rinascita e quindi alchemica.

7)Le tue donne come arrivano da te?Tramite passaparola? 

Inizialmente con il passaparola a cui, poi, si sono aggiunte le pagine social ed il libro che ho pubblicato lo scorso marzo 2020 in piena pandemia.

Il titolo del libro e’ “Dal buio nascono le Stelle – Biografia di una Rinascita”.

8)Dopo questo percorso le donne sicuramente saranno cambiate.Che cosa dicono, come si sentono, come si vedono?

 Tantissime di loro hanno acquisito leggerezza ed un punto di osservazione di Sè più dolce, accogliente e amorevole.

Molte hanno successivamente preso delle decisioni anche drastiche come separarsi o cambiare lavoro per seguire i propri desideri.

O, semplicemente, hanno intrapreso percorsi spirituali e di conoscenza di Sé.

In linea generale quasi tutte sono state meglio dopo il nostro incontro.

E, di questo, sono grata ricordandomi e ribadendo sempre che io posso essere solo uno strumento ma che la “magia” non dipende solo ed esclusivamente da me.

Io posso mostrare la chiave…ma quella chiave è rinchiusa dentro ognuno di noi.

9)Quanto dura questo percorso?

Dipende. C’è chi è venuto una sola volta da me e chi torna ogni anno.

C’è anche chi sta facendo un percorso a distanza quotidiano o chi verrà per 3 incontri…dipende insomma. Mi adatto alle esigenze e alla possibilità di chi mi contatta.

#interviste#moonlight#lcedirinascita#progetto

Per gentile concessione di Ester Stella Carbonetti

Grazie a Ester per questa bella intervista e naturalmente a tutte le donne che hanno aderito al progetto fotografico.

Potete seguire Ester sulla pagine facebook Moonlight Luce di Rinascita o sul sito

www.esterstellacarbonetti.com

Che davvero questo sia l’anno della rinascita per tutte noi.

Tutte le foto sono di Ester Stella Carbonetti che col consenso delle donne mi ha autorizzato a pubblicarle.

No Comments

    Leave a Reply