Menu
GIARDINI / ITALIA / TRAVELS

Il Parco Giardino Sigurtà a Valeggio

Il Parco Giardino Sigurtà si trova a Valeggio sul Mincio ,in provincia di Verona e non lontano da Mantova.

Fa parte dei Grandi Giardini del Mondo ed è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19 fino al 7 novembre 2021.

Il costo del biglietto è di euro 14,50 per gli adulti, ma se la struttura in cui dormite è convenzionata potrete avere uno sconto.

Noi abbiamo pagato solo 9 euro: un bel risparmio!

Il Parco Giardino Sigurtà  può essere esplorato a piedi, in bici, col trenino  o le macchinine da golf.

Noi abbiamo scelto di esplorarlo a piedi e merita davvero!

Ma munitevi di scarpe molto comode perché c’è tanto da camminare!

La primavera è il periodo ideale perché non fa troppo caldo e tante sono le fioriture.

Tulipani, allium, peonie, rose, ninfee.

La fioritura dell’allium

Ma facciamo un passo indietro  e vediamo la storia del Parco Piardino Sigurtà.

Un po’ di storia del Parco

Le origini risalgono al 1400, quando il veneziano Nicolo’ Contarini acquistò questa proprietà cinta da mura e destinata a foraggio.

Queste proprietà venivano chiamate brolo.

Il nobile veneziano ampliò e riadattò un edificio già esistente rendendolo casa patrizia.

La proprietà fu venduta dai figli dei Contarini alla famiglia Guarienti, che ampliarono il giardino esistente sottraendolo ai pascoli.

Nel 1600 la proprietà passa alla famiglia Maffei, che costruisce una sontuosa dimora patrizia.

I Maffei iniziano ad usare le acque del Mincio per il giardino.

Fu proprio il marchese Antonio Maffei a trasformare la proprietà in un romantico giardino all’inglese.

Alla morte del marchese la proprietà passò alla figlia Anna, moglie del conte Filippo Nuvoloni.

Con la famiglia Nuvoloni inizia il declino del giardino.

#parco# giardino# sigurtà#valeggio

Il dottor Giuseppe Carlo Sigurtà acquista il parco

Dopo il declino del Parco ad opera della famiglia Nuvoloni, fortunatamente nel 1941 il Parco venne acquistato dall’industriale farmaceutico Dottor Giuseppe Carlo Sigurtà, che salvò il giardino dalla rovina portandolo da 22 a 60 ettari.

Il dottore, affiancato dal nipote Enzo, si è prodigato affinché il Parco Giardino Sigurtà si sviluppasse, diventando uno dei più belli e visti d’Europa.

Oggigiorno sono i figli e nipoti del dottor Sigurtà a occuparsene con tanto amore.

Son loro ad aver fatto costruire una meridiana che ha validità di 26.000 anni ed un enorme labirinto di siepi di tasso.

Il Parco Giardino Sigurtà ha ottenuto tanti riconoscimenti tra cui “Miglior attrazione del mondo 2020”.

fioritura al parco

Fioritura al Parco

Cosa vedere al parco in un giorno

Molti sono i punti di interesse. Se avete una giornata a disposizione potete visitarli tutti per immergervi nelle atmosfere del Parco.

Come non citare il Giardino delle Rose che conduce al Labirinto e da cui si intravede il Castello Scaligero del 1.200.

O il Grande Labirinto inaugurato nel 2011, cositutito da 1500 esemplari di tasso e con all’interno una cupola ispirata al Bois De Boulogne.

A me ha colpito il Cimitero dei cani, segno dell’amore della famiglia Sigurtà per i cani, pastori o barboncini. All’interno del laghetto di ninfee bianche ed una statua di un pastore belga.

Molto belli i giardini acquatici ricoperti di ninfee, che ricordano i quadri di Monet.

Oppure l’area dedicata alle piante officinali, che a me personalmente piacciono molto.

E poi la Meridiana, con un simbolo che raffigura il Sole sorgente di vita.

Se siete particolarmente religiosi potrete fermarvi alla Grotta Votiva con una statua dedicata alla Madonna di Lourdes.

E ancora un lastrone di roccia con un inno alla giovinezza.

La Fattoria Didattica con asini, capre, pecore, galline per dar modo ai bambini di entrare in contatto con gli animali della fattoria.

Insomma ce n’è per tutti i gusti! A voi l’imbarazzo della scelta.

Io personalmente adoro i giardini, perchè sanno di infanzia e di natura.

Mi ricordano l’importanza del legame indossolubile dell’uomo con la natura.

E del dovere che abbiamo di amarla e rispettarla.

Forse solo così l’umanità e tutti gli esseri viventi hanno la possibilità di continuare a vivere ancora a lungo in questo bellissimo luogo chiamato terra.

 

“Non è facile avere un bel giardino: è difficile come governare un regno. Ci si deve risolvere ad amare anche le imperfezioni, altrimenti ci si illude.”

Hermann hesse

Annamaria

1 Comment

Leave a Reply